Fondazione Luigi e Simonetta Lombard

Fondazione Luigi e Simonetta Lombard

La"Fondazione Luigi Lombard" nasce il 23 gennaio 2002 per volontà di Simonetta Lombard, ultima erede della famiglia proprietaria per oltre sessant'anni del Lanificio di Stia, per ricordare in modo duraturo il padre Luigi.

La Mission

Scopo primario della Fondazione Luigi e Simonetta Lombard, come chiaramente espresso nel suo Statuto, è "la costituzione di un centro di documentazione storica sulla tradizione del tessile in Casentino con particolare riferimento al Lanificio di Stia quale espressione culturale e industriale dell'attività del settore laniero".

Organigramma

Comitato Direttivo

  • Presidente: prof. Paolo Blasi
  • Consiglieri: Giovanni Basagni, dott. Carlo Cioni, dott.ssa Eleonora Ducci, Lorenzo Lori, Grazia Madiai, Denise Vangelisti
  • Sindaco di Pratovecchio Stia: dott. Nicolò Caleri
  • Collegio del revisori: dott. Paolo Cerini, dott.ssa Franca Cerofolini, prof. Riccardo Passeri

Scientific Committee

  • President: Prof. Paolo Blasi
  • Members: Emma Angelini, Isabella Bigazzi, Benedetta della Bordella, Caterina Chiarelli, Paolo Fabiani, Angela Giordano, Andrea Gori, Claudio Grisolini, Massimo Preite, Gabriele Scannerini

La Storia

Il Lanificio di Stia, dopo varie vicissitudini, ha cessato ogni attività produttiva nel 1985 chiudendo così la sua gloriosa e secolare storia. Pier Luigi della Bordella, uomo di grande cultura generale e specifica nel campo tessile, appassionato ricercatore di storia locale, ha studiato e ricostruito la vicenda storica del Lanificio di Stia e dell'industria laniera in Toscana.